Fiorano: “La Fabbrica del Distretto”


Venerdi 26 Novembre ho partecipato a un progetto interessante. Il suo nome è la Fabbrica del Distretto. Il promotore è il Comune di Fiorano – Provincia di Modena – e l’organizzatore è la società Focus Lab.

Si tratta di un progetto complesso e molto articolato. Alcuni anni fa un progetto simile era stato lanciato da Democenter-Sipe, il Centro per il trasferimento Tecnologico dell’Università di Modena e Reggio Emilia. L’idea è quella di fare emergere, partendo dal “basso” -da esperti del settore e dai cittadini- idee e progetti in grado di proiettare una comunità locale nel futuro.
Il Comune di Fiorano, che ne è il promotore, è uno delle realtà territoriali che, in Provincia di Modena, sta subendo in modo più pesante gli effetti della crisi economica iniziata nel 2007. Li sono localizzate numerose ceramiche che gà prima del 2007 avevano inziato processi di profonda trasfomazione spinti dalla globalizzazione e dalla competizione con Paesi come la Cina e la Turchia che livelli di prouttività e di competitività molto elevati nel settore della produzione e della commercializzazione di prodotti ceramici.
Il progetto mira a ripensare le politiche locali e le scelte strategiche in materia di produzione industriale, politiche ambientali e sociali, consumo e politiche urbanistiche dell’intero territorio con un’attenzione specifica ai temi dell’innovazione e della ricerca.

Il Workshop realizzato da Focus Lab presso il Castello di Spezzano sede del Museo della Ceramica è stato molto partecipato e ha avuto esiti positivi. Nei focus group tematitici sono state presentate numerose proposte alcune delle quali, sono certo, diventeranno presto scelte strategiche dell’amministrazione comunale.
A conclusione, un interessante intervento del Presidente dell’Assemblea Regionale Matteo Richetti che ha parlato di giovani e innovazione sottolinenado il valore di inziative come la Fabbrica del Distretto come motori di proposte innovative che spetta alla politica adottare come scelte della comunità ma che senza le opportune sollecitazioni faticano ad emergere.

Il limite dell’inziativa, che reputo di elevato profilo: uno soltanto. La scarsa presenza di imprenditori hi-tech e di start-upper in grado di comprendere il valore di proposte come l’Incubatore di idee osteggiata da alcuni da imprenditori locali perchè ritenuta troppo costosa.

La mia obiezione: la seguente. Vi è stato un passato caratterizzato da numerosi insuccessi di progetti di incubazione dovuti alla scarsa comprensione del reale valore degli Incubatori e dalla mancanza di modelli organizzitivi e gestionali che li rendano in grado di auto-sostenersi e di produrrre utili per i soci finanziatori.
Spesso in passato chi ha dato vita a progetti di incubazione si è concentrato – chi per sua volontà, chi per altre motivazioni – su aspetti relativi alla localizzazione e alla realizzazione delle infrastrutture in particolare di immobili, ritenuti uno degli assi portanti dei progetti stessi.
Oggi come molti incubatori privati dimostrano – il caso di M31 è emblematico – chi fa incubazione d’impresa sa che deve concentrarsi sulll’attività tipica del progetto ovvero la selezione e costruzione di team che diventino in tempi rapidi imprese in grado di industrializzare e commercializzare con la costruzione di network di successo prodotti e servizi ad elevato conteuto tecnologico e di conoscenza.

Fiorano: “La Fabbrica del Distretto”

2 pensieri su “Fiorano: “La Fabbrica del Distretto”

  1. fabiocatani ha detto:

    Francesco, c’è bisogno di uno come te per fare “incubazione”.. passione e competenze, e meno politica che entri nelle “scelte” di una strttura di questo tipo

    in gamba!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...