Crowd Accelerated Innovation #3: LXD


Crowd Accelerated Innovation, ‘a self-fueling cycle of learning that could be as significant as the invention of print.’……. ecco un esempio.

Si tratta di una delle web series di maggiore successo mai realizzata.

Il titolo è emblematico Legion of Extraordinary Dancers. E’ la storia di due team di danzatori che ripercorrono il classico tema di ogni grande storia di successo: l’eterna lotta tra il male e il bene.

La differenza tra questa storia e i “Cavalieri dello Zodiaco” – per sempio :-)- non è nel plot o nelle qualità dei protagonisti – anche se i dancers/actors della serie manifestano doti eccezionali e le coreografie e il montaggio degli episodi sono veramente di grande livello – ma è in due elementi: il primo è quello citato dalla stesso Chris Anderson nel suo intervento a TED. Sono dancers non professionisti – una community – che grazie alla possibilità di emergere condividendo le loro performance artistiche in un progetto video-based hanno accelerato l’apprendimento migliorando ulteriormente le loro abilità iniziali e che stanno “trasferendo” al pubblico che li segue una conoscenza inimmaginabile ai tempi dei grandi media generalisti; il secondo è lo strumento utilizzato per accelerare in modo così repentino il knowledge transfer: la web serie intercetta il pubblico coinvolgendolo in un progetto – “the light” -. Gli LXD scatenano in chi li segue la voglia di diventare parte di una comunità che grazie allo strumento video-sharing ha insito in se stessa il mezzo per auto-alimentarsi: la condivisione delle esperienze , delle performance, delle doti dei membri in una costante gara ad emulare i protagonisti della serie e a diventare parte di un progetto.

I critici sostengono che non si tratti di vero crowd. Il meccanismo di diffusione del video non è molto diverso dai tradizionali metodi di Hollywood integrato con le più moderne tecniche di viral marketing.

Senza trascurare il valore di questa critica credo che lo strumento video sharing – il crowdosurcing dei video di You Tube – in questo caso abbia contribuito ad accelerare i processi di knowledge transfer e di apprendimento dei ballerini a livelli tali da realizzare contemporaneamente due obiettivi: a. fare emergere in tempi rapidissimi un fenomeno diffusissimo ma non popolare nei termini del tradizionale “share” – la street dance -;
b. contrbuire alla sua ulteriore diffusione spingendo gli street dancer a un miglioramento continuo grazie al meccanismo “light” and “desire” che oggi contagia anche chi è fan della serie o chi è street dancer e comprende le potenzialità dello strumento.

The Legion of Extraordinary Dancer.

Crowd Accelerated Innovation #3: LXD

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...