Giovani al Futuro: una risposta concreta al calo dell’occupazione giovanile


I giovani, come testimoniano i dati emersi nel rapporto annuale ISTAT del 2010 sono i più colpiti dal calo dell’occupazione: “per  loro,  infatti  la  contrazione  è  circa  cinque  volte  più  alta  di  quella  complessiva.”  I più colpiti risultano essere i giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni esclusi dal circuito formazione-lavoro: i Neet acronimo inglese di “Not in Education, Employment or Training”. Sono ragazzi e ragazze non iscritti a scuola né all’università, che non lavorano e che non seguono corsi di formazione o aggiornamento professionale. “In Italia nel 2010 sono circa il 6,8% in più rispetto all’anno precedente. (…) La quota di Neet in Italia è superiore alla media europea  che si attestava nel 2009 al 14,7% e, a differenza degli altri paesi  gli inattivi rappresentano il 13,5 % dei giovani tra i 15 e i 29 anni, contro il 7,7 % della media europea.[1] “Questo sembra riflettere una situazione di preoccupante scoraggiamento da parte dei giovani italiani di fronte alla difficoltà di trovare un lavoro.” [2] 

Il rapporto “Profilo Giovani” realizzato dalla Provincia di Modena affermache tale relazione sembra amplificata  dalla crisi  economica  e dal  2007  in  poi  l’aumento  del  tasso  di  disoccupazione” sul territorio provinciale “è  in  buona  parte  spiegato dall’andamento del tasso di disoccupazione giovanile”.[3]

Il progetto Giovani al Futuro promosso dal Comune di Modena e a cui hanno aderito Provincia di Modena, Camera di Commercio di Modena, Università di Modena e Reggio Emilia, Er-Go, ForModena, intende creare una rete di supporto, mettendo a sistema i servizi e i progetti già presenti sul territorio provinciale, in grado di sostenere i giovani che vivono oggi momenti più frequenti e prolungati di disoccupazione e di transizione tra formazione e lavoro e tra un impiego e l’impiego successivo. Giovani al Futuro ha in Democenter-Sipe il braccio operativo e ha come finalità l’orientamento dei giovani che devono scegliere il loro percorso di studi e il loro percorso di vita e professionale, e intende promuovere la diffusione di una cultura dell’auto-imprenditorialità e l’avvicinamento al mercato del lavoro mediante l’offerta di concrete opportunità. Il progetto vedrà il coinvolgimento, delle Associazioni di Categoria Provinciali e di Associazioni No-Profit e di Volontariato.

Verrà lanciato attraverso un evento che vedrà la partecipazione di personalità di spicco di Modena che racconteranno il loro percorso di vita e di carriera confrontandosi con i giovani e si svilupperà in workshop destinati a 100 giovani. I workshop dedicati al training personale serviranno per aiutare i giovani selezionati a identificare in modo più preciso le  loro potenzialità attraverso strumenti di empowerment e attività di avvicinamento al mercato del lavoro.

Le informazioni relative al progetto saranno accessibili sul  sito internet  www.giovanialfuturo.it  che consentirà di candidarsi per partecipare ai workshop. Il sito conterrà inoltre informazioni sintetiche sulla rete di servizi dedicati all’orientamento scolastico e professionale, alla valorizzazione del capitale umano e  per favorire la creazione d’impresa presenti sul territorio provinciale; avrà inoltre una sezione interamente dedicata a presentare opportunità come tirocini formativi, percorsi di apprendistato ed eventi per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. I giovani che si candideranno per partecipare ai workshop e che verranno selezionati da un team di counselor ed esperti potranno accedere a:

  • attività di training di gruppo;
  • momenti di confronto con mentor – imprenditori e professionisti che metteranno a disposizione parte del loro tempo per incontri mirati-;
  • incontri con gli operatori dei servizi provinciali;
  • strumenti informali, come project work, e formali, come stage, percorsi di tirocinio e apprendistato;
  • eventi per l’incontro tra domanda e offerta di lavoro a loro dedicati.

I workshop saranno strutturati in 5 incontri e in una attività di follow-up realizzata in collaborazione con i partner del progetto, le associazioni di categoria e con imprenditori e professionisti modenesi che metteranno a disposizione volontariamente e gratuitamente parte del loro tempo, fungendo da mentor ai giovani. Al termine dell’attività di follow up per alcuni di essi si apriranno le porte per concrete attività lavorative.

Il Progetto Giovani al Futuro intende mettere in rete le competenze, le risorse umane e i servizi attivi sul territorio comunale e provinciale per dare una risposta concreta all’incremento della disoccupazione e della demotivazione tra i giovani.

PER INFO:

SITO http://www.giovanialfuturo.it

MAIL giovanialfuturo@democentersipe.it


[1] Da “Profilo Giovani della Provincia di Modena – Quarto Capitolo – Il mercato del lavoro” http://www.provincia.modena.it/sociale/allegato.asp?ID=175871

[2] Da “Profilo Giovani della Provincia di Modena – Quarto Capitolo – Il mercato del lavoro” http://www.provincia.modena.it/sociale/allegato.asp?ID=175871

[3] Da “Profilo Giovani della Provincia di Modena – Quarto Capitolo – Il mercato del lavoro” http://www.provincia.modena.it/sociale/allegato.asp?ID=175871

Giovani al Futuro: una risposta concreta al calo dell’occupazione giovanile

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...