MILLIONAIRE: “Ecco il mio e-commerce per sport estremi” . Intervista a Jacopo Vigna

Immagine

 

Ha mollato il posto fisso in Ducati e insieme a un amico si è inventato un e-commerce (MilkyWay) per gli appassionati di biketrial e sport estremi.

Lui è Jacopo Vigna, ingegnere meccanico 30enne. L’abbiamo intervistato nel numero di novembre.Ecco la storia che ci ha raccontato.

Come è nata l’idea?

Lavoravo in Ducati come telemetrista (colui che aiuta il pilota a migliorare le prestazioni) per Max Biaggi. Quando non ero in pista progettavo brevetti (come una tuta protettiva di mia ideazione) da vendere a terzi. (Continua qui …)

 

Da Millionaire.it

Annunci
MILLIONAIRE: “Ecco il mio e-commerce per sport estremi” . Intervista a Jacopo Vigna

Da “MARIECLAIRE@WORK”: Il talento (e i soldi?)

Image

Tra marzo 2012 e marzo 2013 sono nate in Italia oltre 10mila nuove imprese femminili, pari a tre quarti del totale. Non solo stando ai dati Istat, delle 287mila partite Iva aperte dall‚Äôinizio di quest‚Äôanno, 105mila sono ‚Äúrosa‚ÄĚ (il 37%). Insomma, centinaia di migliaia di donne ogni anno decidono di ‚Äúfare il salto‚ÄĚ. Complice (forse) la crisi, la difficolt√† di reinserirsi magari dopo una maternit√†, o semplicemente la sensazione che finalmente √® arrivato il momento di dare forma a un sogno.

Ma come si comincia a fare impresa?¬†A chi ci si rivolge per ottenere un sostegno economico? Gli americani, che di impresa sanno qualcosa, consigliano di partire con il bootstrapping, l‚Äôautofinanziamento. Basarsi sulle proprie risorse (non solo economiche) consolida il team, seleziona le priorit√†, massimizza gli investimenti e le possibilit√† del mercato. ¬ęIl passo successivo¬Ľ, spiega¬†Francesco Baruffi, incubator manager della¬†Fondazione Democenter e Tecnopolo¬†di Modena, ¬ę√® il ricorso alle 3F: family, friends and fools, un sistema che dovrebbe permettere di racimolare almeno un 30% del capitale¬Ľ. Dopo occorre rivolgersi altrove. Vediamo dove e come. ( continua qui )

( da Marieclaire.it )

Da “MARIECLAIRE@WORK”: Il talento (e i soldi?)

Slowd – per me la traction conta

Slowd √® una delle 10 startup che hanno superato la prima fase di selezione dell’incubatore della Fondazione Democenter-Sipe.

Il progetto ICT di Slowd è in fase early stage senza versione beta online ma in stato molto avanzato di progettazione.

La sua mission:

Slowd is the marketplace for the genuine Zero Mile Design, buy products that will be made just around the corner!

Immagine

Il team è in fase di completamento ma è già ben assortito.

E’ possibile vederlo sul profilo di Angel List

L’elemento che per√≤ pi√Ļ mi ha colpito di Slowd √® la capacit√† dei due founders Andrea Cattabriga e Sebastiano Longaretti di ottenere – in questa fase di sviluppo del progetto – citazioni in un numero molto elevato di articoli e post di importanti riviste on line e cartacee dedicate ai settori in cui intende operare – design per il settore forniture – come Interni, Abitare, Il Sole 24 Ore.

Il secondo elemento per me di massimo interesse Рne parlo come seed angel investor Рè il mercato di riferimento.

L’e-commerce del settore furniture √® in crescita costante ed √® ¬†molto ampio. Le previsioni del Report di Casaleggio e Associati per il 2013 parlano di una crescita di circa il 31% per l’e-commerce dei settori arredo e casa. Lo testimonia inoltre la capacit√† che hanno avuto alcuni potenziali competitor dsi Slowd che hanno lanciato progetti simili ma non perfettamente concorrenti – ¬†tra cui Quirky e Fab¬†– di raccogliere cifre veramente considerevoli in termini di fund raising:

Si parla in entrambi i casi di una raccolta superiore ai 50 milioni di euro in meno di tre anni che ha consentito loro di raggiungere obbiettivi in termini di numero di utenti e fatturato molto significativi.

Slowd – per me la traction conta

Lessons learned

Lessons learned in questi ultimi giorni!

Silicon Valley Tour – Luglio 2013

  • a ogni startup sta il suo mercato ma se vuoi essere globale il modello di riferimento sono gli USA e non l’Europa;
  • la velocit√† di esecuzione √® importante quanto gli obiettivi che ci si pone: negli USA questa √® una legge divina, in Europa non lo √® ancora;
  • costruire network non porta sempre al successo e pu√≤ costituire una gran perdita di tempo ma senza network non si raggiunge il successo.

Closing dell’operazione di finanziamento di MilkyWay – 10 luglio 2013

  • i Fondi di Investimento sanno essere molto severi e sanno dare ottimi consigli;
  • nelle operazioni di natura finanziaria i rapporti umani contano;
  • passare dalla teoria alla pratica implica spesso di ricordare che la teoria ha la sua importanza;
  • chiudere un accordo √® una questione di tempo, di sana pazienza e di capacit√† di ascoltare le parti e questo sembra essere contrario alla necessit√† di essere veloci ma non lo √®;
  • il raggiungimento di un obiettivo √® il primo step per raggiungere l’obiettivo successivo: al momento della richiesta di finanziamento¬†non si puo’ caricare una startup dei costi gi√† sostenuti e mai emersi ¬†( come ad esempio il costo del tempo dedicato al progetto dai founders – mai remunerato)
  • in una buona programmazione si devono mettere a budget i costi utili al raggiungimento degli obiettivi che ci si √® posti in termini di fatturato prevedendo stipendi e remunerazioni compatibili col tempo che i founders e il management dedicano all’azienda e con le loro capacit√† – adottando anche piani di stock option adeguati – ( la startup deve dimostrare di farcela con le sue gambe, non per finta);
  • la valutazione d’azienda non √® una scienza esatta: le ipotesi di fondo devono essere razionali ma, soprattutto, condivise.
Lessons learned

KNOWBEL: lo startup incubator con un acceleratore in testa

Il 13 Aprile inizia l’avventura di “Knowbel” lo startup incubator con un acceleratore in testa.

  • 10 startup, oltre¬†1000 metri di superificie¬†destinati¬†a uffici, laboratori e magazzini.
  • Un¬†programma di accelerazione d’impresa¬†ideato e realizzato con un team di consulenti di alto profilo;
  • Una¬†rete di mentor¬†individuati tra managers di importanti imprese che operano in Emilia Romagna e nel mondo a supporto dei team!
  • Network di relazioni¬†a partire dai¬†distretti industriali modenesi ricchi di know how e di tanta voglia di fare impresa fino alla Silicon Valley.

Questi sono gli ingredienti di “Knowbel”

 Immagine

Il 13 Aprile inizia la Nostra avventura. Vieni a condividerla con Noi. 

Ti aspetto a Spilaberto, Via Bachelet, 4 (Modena). 

(Qui info sullo location dell’evento)

Per motivi organizzativi Ti chiedo gentilmente di confermare la Tua presenza compilando il seguente MODULO ONLINE.

 A breve riceverai il programma completo dell’evento.

Per ricevere informazioni puoi contattare anche¬†Valentina Matl√¨¬†‚Äď Uff. Comunicazione della Fondazione Democenter-Sipe ‚Äď:

TEL 059 2058150

MAIL v.matli@democentersipe.it

A presto e keep in toouch! ūüôā

Francesco

@fbaruffi

KNOWBEL: lo startup incubator con un acceleratore in testa

Domani 31 Gennaio a Innova Day Alfredo Cazzola, Local Motors, Seed Lab saranno con Noi

Domani a Innova Day oltre a 9 startup di primissimo piano e a 6 gruppi di ricerca ci sarà un parterre di ospiti di assoluto rilievo.

Immagine

Alfredo Cazzola ci parlerà dei suoi ultimi progetti e di come un imprenditore di grande successo ha deciso di lanciarsi in una nuova grande avventura.

Immagine

Local Motors: la pi√Ļ grande piattaforma per la co-creazione per il settore automotive verr√† a presentare il suo ultimo progetto¬†http://rallyfighter.com/¬†.

Immagine

Matteo Faggin presenterà la seocnda edizione del programma di accelerazione http://www.seedlab.com.

Vi invito tutti a Modena presso Modena Fiere a Innova Day Motor Sport Technologies.

L’INGRESSO E’ GRATUITO!!! (¬†Qui il link per registrarsi¬†e SCARICARE IL PASS )

Link Utili:

–¬†Programma:¬†¬†¬†¬†http://goo.gl/CZoj1

РCatalogo degli spin-of, delle start-up, dei gruppi di ricerca e delle tecnologie partecipanti:  http://goo.gl/0ePW0

Domani 31 Gennaio a Innova Day Alfredo Cazzola, Local Motors, Seed Lab saranno con Noi

Cerchiamo persone prima ancora di profili

In un bellissimo post di ieri Elena Lavezzi dice:

“Per dare vita ad una¬†startup, la prima cosa da fare √© costruire un¬†team¬†valido. Non c‚Äô√© alternativa, tutti gli individualisti come me se ne devono convincere, smettendo di pensare di poter conquistare il mondo da soli, cosa assai ingenua. Se l‚Äôidea¬†√© la¬†base¬†di una startup, i¬†componenti¬†del team sono le¬†colonne¬†su cui si regge tutto il progetto, dal giorno uno. (CONTINUA QUI )

da blog.panorama.it

Tutor

 

Se questo vale per una startup vale ancora di pi√Ļ per il team dell’Area Creazione d’Impresa della Fondazione Democenter-Sipe.

Abbiamo supportato in 3 anni oltre 300 startup. Abbiamo attivato un incubatore per startup hitech e spinoff universitari nell’ambito di un interessante progetto della Regione Emilia Romagna – il progetto Tecnopoli coordinato da Aster.

Nel 2012 siamo riusciti ad ottenere finanziamenti pubblici e privati per le startup per un importo complessivo di 1,1 milioni di Euro.

Intendiamo allargare il Nostro team. Abbiamo raggiunto importanti risultati e dobbiamo continuare a crescere. La nostra mission: “favorire lo sviluppo di startup di successo”.

Per fare questo abbiamo bisogno di persone in gamba. Non abbiamo bisogno di competenze eccellenti ma di persone eccellenti che sappiano imparare dagli insuccessi e dai fallimenti, non solo dalle loro doti e capacità!

Se ti senti cos√¨! Se pensi che imparando dagli errori si possa costruire qualcosa che possa vincere le sfide di domani e portare un’idea a diventare un prodotto o un servizio in grado di rispondere ai bisogni delle persone e delle aziende e in questo modo possa produrre profitti allora candidati.

 

ANNUNCIO

 

FONDAZIONE DEMOCENTER-SIPE¬†cerca un TUTOR per l’Area Creazione d’Impresa che supporti le start-up nel PROJECT MANAGEMENT E NELL’ INDIVIDUAZIONE DEL BUSINESS MODEL (12 mesi di contratto, conoscenza ottima della lingua inglese, disponibilit√† a trasferte ).

 

ALCUNE INFO SULLA FONDAZIONE DEMOCENTER-SIPE

 

La Fondazione Democenter-Sipe riunisce istituzioni, associazioni di categoria, fondazioni bancarie e oltre 60 imprese del territorio. Ha sede all‚Äôinterno del campus della Facolt√† di Ingegneria ‚ÄėEnzo Ferrari‚Äô di Modena.

Qui alcune info sui soci fondatori:

http://www.democentersipe.it/index.php?option=com_content&view=article&id=163&Itemid=67&lang=it

La Fondazione Democenter-Sipe fa parte della Rete regionale dell’Alta Tecnologia dell’Emilia-Romagna.

 

MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE

Le candidature sono aperte da oggi fino al 28 gennaio.

Per maggiori info

http://www.democentersipe.it/images/stories/documenti/OfferteLavoro/Avviso_02_2013.pdf

 

CONTATTI

Francesco Baruffi 

Mail  f.baruffi@democentersipe.it

Skype  francesco_baruffi

Mob   0039 3484338633

 

A presto!!

Cerchiamo persone prima ancora di profili