Lessons learned

Lessons learned in questi ultimi giorni!

Silicon Valley Tour – Luglio 2013

  • a ogni startup sta il suo mercato ma se vuoi essere globale il modello di riferimento sono gli USA e non l’Europa;
  • la velocit√† di esecuzione √® importante quanto gli obiettivi che ci si pone: negli USA questa √® una legge divina, in Europa non lo √® ancora;
  • costruire network non porta sempre al successo e pu√≤ costituire una gran perdita di tempo ma senza network non si raggiunge il successo.

Closing dell’operazione di finanziamento di MilkyWay – 10 luglio 2013

  • i Fondi di Investimento sanno essere molto severi e sanno dare ottimi consigli;
  • nelle operazioni di natura finanziaria i rapporti umani contano;
  • passare dalla teoria alla pratica implica spesso di ricordare che la teoria ha la sua importanza;
  • chiudere un accordo √® una questione di tempo, di sana pazienza e di capacit√† di ascoltare le parti e questo sembra essere contrario alla necessit√† di essere veloci ma non lo √®;
  • il raggiungimento di un obiettivo √® il primo step per raggiungere l’obiettivo successivo: al momento della richiesta di finanziamento¬†non si puo’ caricare una startup dei costi gi√† sostenuti e mai emersi ¬†( come ad esempio il costo del tempo dedicato al progetto dai founders – mai remunerato)
  • in una buona programmazione si devono mettere a budget i costi utili al raggiungimento degli obiettivi che ci si √® posti in termini di fatturato prevedendo stipendi e remunerazioni compatibili col tempo che i founders e il management dedicano all’azienda e con le loro capacit√† – adottando anche piani di stock option adeguati – ( la startup deve dimostrare di farcela con le sue gambe, non per finta);
  • la valutazione d’azienda non √® una scienza esatta: le ipotesi di fondo devono essere razionali ma, soprattutto, condivise.
Annunci
Lessons learned

Going to Seattle

Sono arrivato a Seattle con un Volo da Francoforte di circa 9 ore. Ne avevo sentito parlare molto. Seattle √® sede di Microsoft, Amazon, Boeing e di molte altre imprese e start-up americane di successo. Da subito si √® presentata come un’esperienza unica, grazie a Luca Escoffier che mi ha presentato ai suoi amici qui in America: mentors, advisors, investitori, consulenti e ricercatori di primissimo piano che operano all’interno di laboratori e centri dotati di risorse da fare impallidire gli investimenti in R&D italiani. E’ probaibile che nella sola citt√† di Seattle tra investimenti pubblici e privati si raggiunga l’ammontare degli investimenti pubblici in ricerca italiani.

Dopo una notte di riposo il primo  giorno è stato da subito intenso.

Al mattino ho partecipato ad alcune lezioni del corso Casrip organizzato dalla Law School della University¬†of Washington: relatore l’Avv. Paul T. Meiklejohn. Paul √® l’avvocato delle Cause Microsoft vs Samsung inerenti la propriet√† intellettuale che animano le pagine dei giornali di tutto il mondo e che tanto fanno discutere.

Nel primo pomeriggio meeting con uno dei manager della societ√†¬†Teague: leader negli Stati Uniti – assieme ad¬†Ideo¬†– per quanto riguarda la progettazione e il design di prodotti innovativi. Incontro che ha portato a una proposta di collaborazione che vedr√† la¬†Fondazione Democenter-Sipe¬†in pole position per realizzare progetti innovativi facendo da ponte tra Seattle e l’Italia.

Verso sera un incontro di primissimo livello con la co-responsabile del Center For Commercialization dell’Universit√† di Washington, una delle prime al mondo per quanto riguarda i corsi in diritto industriale e commercializzazione delle tecnologie universitarie.

Lisa Norton  РAssociate Director del C4C Рracconta la storia e le attività del Centro con un sorriso smagliante mostrando grande professionalità e un grande amore per la Sua attività:

“Il Center for Commercialization √® un ufficio dell’Universit√† di Washington – una universit√† pubblica – guidato dal 2006 da Linden Rhoads una Venture Capitalist con una lunga esperienza nel mondo delle start-up biotech. E’ la fondatrice per esempio di ¬†ChiliSoft, Singingfish.com, AdRelevance, GBI, e di Nimble Technology. Linden Rhoads¬†ha strutturato l’ufficio come una vera e proipia societ√† di consulenza dotata di tre business units: una dedicata al Technology Management all’interno della quale operano circa 30 Managers con esperienza scientifica, una dedicata all’IP in cui operano 20 Attorneys at Law che si occupano di tutelare la propriet√† intellettuale e ¬†le idee prodotte all’interno dei centri e dei laboratori di pirmissmo livello dell’Universit√† in particolare i labs focalizzati su attivit√† di ricerca nei settori del Biotech e delle Nanotecnologie; infine la terza business unit dedicata alla finanza. Il Centro gestisce un fondo di investimento che ogni anno eroga finanziamenti a spinoffs e idee d’impresa pari a circa 1,5 milioni di dollari.”

La giornata si √® conclusa con un Reception-Networking allo studio Dorsey¬†al 61^ piano del grattacielo pi√Ļ alto di Seattle (n.d. Columbia Tower). Incontri unici con il responsabile tutela della propriet√† intellettuale di Bayer, il responsabile area IP del Parco Tecnologico di Taiwan, ¬†un membro del Ministero dello Sviluppo Indiano, ricercatori Israeliani e Cinesi che operano in ambito biotech.

Sintesi estrema dei pochi giorni trascorsi nella citt√†: “per innovare occorre sapere stare insieme ad altre persone, confrontarsi, fare networking, avere il coraggio di uscire dal proprio guscio e confrontarsi con competenze – possibilmente – dotate di skills superiori al nostro. Solo da loro si puo’ veramente imparare qualcosa e fare diventare una semplice idea un’idea di successo”

Seattle √® una citt√† bellissima. La gente √® cordiale e disponibile: si avvicina a Te sempre con un sorriso smagliante e ha sempre una parola di cortesia. E’ il luogo ideale per fare impresa e trovare partner interessati a progetti di business. In pi√Ļ ha la fortuna – tutta cercata e meritata – di avere a pochi passi dal Centro un campus universitario che non ha nulla da invidiare alle fab four americane.

L’incubatore d’impresa presente nel Campus √® di nuova realizzazione e si concentra su molte aree tematiche con progetti di primissimo livello nei settori delle Green Technologies, delle Nanotecnologie e del Biotech. Bill Gates ha finanziato una foundation¬†tra le pi√Ļ ricche e importanti al mondo e la realt√† cittadina √® dinamica. Come in molte altre metropoli vitali del mondo anche qui √® nato uno spazio di co-working firmato ¬†The Hub e a Settembre √® in calendario uno Start-Up Week End che sfrutter√† le competenze del Computer Science Department finanziato da Paul Allen all’interno del Campus Universitario per lanciare qualche disruptive idea.

Come dicono da queste parti: “Hi Guys. Hi Girls. Come to Seattle”

Going to Seattle

M31 USA a Innova Day: 02 Febbraio 2012

02 Febbraio 2012 Ore 14:00 a Modena Zona Fiera: parte la 4^ edizione di Innova Day.

In Prima fila:
1) Andrea Pontremoli A.D. di Dallara Automobili. Manager italiano tra i pi√Ļ conosciuti e di talento che dopo una lunga esperienza in IBM ha riportato al successo uno dei grandi nomi dell’automotive Italiano.

2) M31 USA. L’A.D. Aldo Cocchiglia a capo della business unit USA dell’incubatore M31 di Padova con sede in Silicon Valley presenter√† uno dei servizi pi√Ļ innovativi per le start-up italiane che intendono sbarcare sul mercato statunitense per commercializzare prodotti e servizi e per attivare collaborazioni.

Per info:
http://www.innovaday.it/index.php?option=com_content&view=article&id=75&Itemid=103&lang=en

M31 USA a Innova Day: 02 Febbraio 2012